Dermopigmentazione

Dermopigmentazione

La dermopigmentazione è una tecnica basata sull’introduzione di pigmenti anallergici e bioassorbibili nella cute,
al fine di correggere difetti estetici o migliorare l’aspetto della pelle.

Il trucco semipermanente può trattare diverse aree del corpo, dal viso al cuoio capelluto.
Sul viso viene utilizzata principalmente per sopracciglia, occhi e labbra.
L’obiettivo è sempre quello di ottenere un risultato naturale.

Cos'è il trattamento di microblanding?

La dermopigmentazione delle sopracciglia

La dermopigmentazione delle sopracciglia è una tecnica che consente di agire concretamente per correggere alcuni difetti dell’arcata, ad esempio sopracciglia troppo sottili, problemi di alopecia o sopracciglia diverse l’una dall’altra.

Il trattamento di microblanding è una tecnica che consente di ritoccare le sopracciglia attraverso delle piccole incisioni manuali. Viene effettuata tramite uno strumento, il “blade”, che dona un risultato estremamente realistico.

La durata del trattamento può variare da persona a persona, questo perché pelli diverse reagiscono diversamente al trattamento. Ciò che è sicuro è che questo particolare tipo di dermopigmentazione va ritoccata periodicamente, generalmente ogni 6-12 mesi, poichè il pigmento si riassorbe dopo qualche mese.

Perché ricorrere al microblanding?

I principali benefici del trattamento

I benefici che può comportare un trattamento di microblanding sono molteplici.

  • Potrai finalmente avere la forma delle sopracciglia che desideri, senza preoccuparti di ritoccarle ogni giorno, utilizzando la matita per disegnare e definire la tua arcata.
  • Avrai la forma di sopracciglia studiata appositamente per te e per i tuoi lineamenti, per valorizzarli al massimo.
  • Stop a sopracciglia rade, sottili o diverse tra loro.
  • Potrai svegliarti ogni mattina senza l’incubo delle sopracciglia disordinate e senza perdere tempo con pinzetta e specchio.
  • In alcuni casi, un trattamento di questo tipo viene utilizzato anche per correggere problemi di alopecia o difetti dovuti a trattamenti chemioterapici.

Trucco permanente e semipermanente

Quali sono le principali differenze

Allo stato attuale i due termini significano la stessa cosa.

Il trucco “permanente” è stato ben presto abbandonato perché, con il passare del tempo, forme e colori dei pigmenti definitivi subivano cambiamenti eccessivi.

Si passò di conseguenza alla realizzazione di trattamenti effettuati con pigmenti bio-riassorbibili e non permanenti a tutti gli effetti, ma facilmente gestibili e sicuri. Questa tipologia di trattamenti, da definire quindi come trucco “semipermanente“, permette un periodico ripristino, per avere sempre un trucco definito che simuli perfettamente il proprio make-up preferito.

Si, quando si parla di trucco permanente, permanent make up o PMU, facciamo riferimento praticamente alla medesima tecnica.

No, la dermopigmentazione si effettua con microaghi che penetrano nello strato superficiale della cute, iniettando il pigmento meno in profondità rispetto al tatuaggio. Per questo motivo, se non “ribattuto” periodicamente, il trucco semipermanente tende a sparire progressivamente.

Il pigmento utilizzato nei nostri trattamenti è di altissima qualità sia da un punto di vista estetico che funzionale. Per i trattamenti di dermopigmentazione sono prevalentemente sintetici, cioè creati in laboratorio, sia organici che inorganici.
Grazie alla nostra professionalità, sapremo indicarti il pigmento ideale per garantire un risultato durevole, realistico e al contempo sicuro al 100% per il cliente.

I pigmenti utilizzati sono puri, certificati, dermatologicamente testati, anallergici e privi di metalli pesanti. Gli aghi del dermografo sono tutti monouso, sterili e vengono aperti davanti alla persona al momento dell’uso. L’ambiente è sempre igienizzato e vengono usati dispositivi di protezione individuale.

Il trattamento, se viene effettuato da un professionista adeguatamente formato, è quindi assolutamente sicuro e professionale!

No, il trucco permanente non è doloroso, ma essendo effettuato sullo strato superficiale della pelle, possiamo certamente parlare di una sensazione di fastidio, spesso limitata alla sola zona interessata o più sensibile, in questo caso l’occhio. Labbra e sopracciglia, invece, non sono zone particolarmente sensibili.

L’autorizzazione del proprio medico curante è obbligatoria in caso di: diabete, malattie cardiovascolari, epilessia, malattie della coagulazione del sangue, altre malattie gravi.
Nel dubbio, è sempre meglio richiedere un parere medico.

Trova il Centro Più Vicino